Retro
faq.

La storia (mai raccontata) dei gioielli

Elemento chiave della civiltà umana, i gioielli sono cambiati e si sono evoluti nel corso della storia. Più che semplici ornamenti, i gioielli sono importanti perché aiutano a tracciare lo sviluppo delle nostre società e del nostro pensiero.

Un status symbol

L'uso dei gioielli risale ai Sumeri o alle civiltà greche. Le tribù costiere indossavano gioielli realizzati con conchiglie, lische di pesce o pietre colorate, mentre le persone che vivevano nell'entroterra usavano piume o ossa di animali. Questi materiali rudimentali venivano usati per adornare i gioielli, non solo per la loro bellezza, ma anche per il significato che avevano: in tutte queste antiche civiltà i gioielli erano simbolo di autorità e potere.



Un gioiello, diversi significati

Il primo gioiello rinvenuto è datato intorno a 25.000 anni fa. Si tratta di una collana di lische di pesce rinvenuta in una grotta nei pressi di Monaco, sulla costa mediterranea, un luogo in cui le antiche civiltà erano molto avanzate nella cultura e nelle arti. Il significato di questo gioiello? Possiamo usare la nostra immaginazione e avanzare un'ipotesi, ma la verità è che neanche gli archeologi lo hanno mai scoperto con certezza.



La simbologia è sempre stata correlata ai gioielli, specialmente durante il Medioevo. In questo periodo storico i gioielli divennero amuleti per scongiurare malattie e sfortuna. Le loro proprietà magiche andavano dall'amore e dalla fertilità alla fortuna e al potere. Diverse culture avevano queste stesse credenze, dai Celti all'Impero Bizantino.

I gioielli sono stati anche legati all'impegno e alle connessioni sociali. Le persone ridotte in schiavitù dovevano indossare dei braccialetti per mostrare chi era il loro proprietario o, altro esempio più riconoscibile, le fedi nuziali vengono indossate per mostrare l'impegno di due persone innamorate.



Ma l'età d'oro della gioielleria fu probabilmente il Rinascimento, quando la rinascita del classicismo mescolato con un estro creativo sfociò in magnifici gioielli. Le esplorazioni fatte durante il XIV secolo, che permisero la comparsa di più pietre preziose e materiali per la gioielleria, portarono alla nascita di nuovi incredibili design. Orafi e artigiani divennero dei veri artisti, decorando i capelli delle donne con gemme preziose o spettacolari collane. Degno di nota di questo periodo è l'anello con scompartimento segreto o anello porta veleno. L'aristocrazia lo usava per contenere acqua di colonia, ciocche di capelli e ritratti di persone care.



Andando avanti nel tempo, possiamo vedere come i gioielli abbiano continuato a cambiare e ad adattarsi ai tempi, per lo più influenzati da movimenti sociali e artistici, come la rivoluzione industriale o lo stile Art Nouveau. Dalla metà del XX secolo la gioielleria ha subito dei cambiamenti radicali, poiché i tipi e gli stili di gioielli sono diventati quasi illimitati con l'uso di nuovi materiali e nuovi simbolismi.



Esprimere la nostra individualità

Come abbiamo visto, i gioielli sono un'espressione complessa di chi siamo come esseri umani. I gioielli sono più che ornamenti decorativi: sono simbolici, artistici e significativi. I gioielli possono riflettere lo stato sociale, ma anche stati d'animo e sentimenti, e possono dirci molto sulla persona che li indossa. Le opzioni sono infinite e non vediamo l'ora di vedere cosa ci riserva il futuro della gioielleria.

POTREBBERO ANCHE PIACERTI